teatro sperimentale

sui testi di Dante Allighieri e Iosif Brodsky

regia – Margarita Egorova, multimedia designer – Luca Moroni, con la partecipazione di Olga Samokhotova

Dante Alighieri, poeta. Nel 1302 esiliato da Firenze in quanto appartenente alla fazione di guelfi bianchi, ostili al Papa, dove non farà più ritorno.
Iosif Brodskij, poeta. Nel 1972 viene privato dalla cittadinanza sovietica e costretto a immigrare, senza il permesso di ritornare in patria.

Lo studio performativo ADDANTE affianca queste due figure, divise da più di seicento anni di storia, per esplorare un nuovo spazio scenico: la condizione che noi chiamiamo “esilio”, il non essere in un luogo, il non essere da nessuna parte. Il corpo dell’attrice si muove nel buio, illuminato nella proiezione interattiva che segue ogni suo movimento e reagisce al suono della sua voce, generando così uno spazio virtuale, dove la vera protagonista diventa la parola poetica, simbolo dell’uomo, della libertà, del singolo.

Produzione LUMAmethod, Fabbrica del Vapore, Milano, IT.