web project

Trent’anni dopo il disastro Chernobyl è diventata una meta per i turisti. #itsnot4ernobyl è un profilo Instagram creato appositamente per documentare il viaggio che l’artista compie attraverso il pericolo invisibile delle radiazioni. Immagini di rovine, prati e boschi radioattivi, con brevi testi di accompagnamento sul pericolo delle radiazioni e l’attuale situazione in Ucraina. Ogni post accompagnato da una localizzazio- ne precisa: Kiev, Ukrainka, Prityat, Chernobyl, Duga.

Per realizzare questo reportage l’artista non si è mai allontanata da Milano, fotografando prati e edifici abbandonati locali senza applicare alcun tipo di postproduzione alle immagini, oltre il filtro b/n, classica cifra del reportage. Il profilo è ancora attivo. Continuano ad arrivare proposte di collaborazione da parte delle guide di Pripyat’ e apprezzamenti da parte di altri turisti che hanno effettivamente sperimentato il tour.

Il progetto vuole riflettere sul paradigma del reale fotografico e sulla fallacità dei social, che mettono in contatto milioni di persone ogni giorno, senza offrire alcuna tutela per la veridicità di informazioni.

FOLLOW ME ON INSTAGRAM: @itsnot4ernobyl