installazione video

Proiezioni – Elena Muresu, direzione della fotografia – Margarita Egorova

Il progetto nasce dalla collaborazione con King Manichini, azienda leader nella produzione di manichini, che ha concesso l’utilizzo della sua preziosa linea Evanescence per la realizzazione di una mostra.

L’aspetto che il duo Egorova-Muresu vuole mettere in risalto è la neutralità del corpo di un manichino, progettato per esaltare la merce che indossa, un corpo idealizzato, fantascientifico, cyborg. Un corpo su cui proiettiamo i nostri desideri e le nostre potenzialità. Un corpo che vorremmo imitare attraverso l’acquisto di ciò che indossa.

Per esplorare la superficie di quel corpo chiamato desiderio il manichino viene rivestito di immagini proiettate prese dall’immaginario cyborg, la fotografia fissa l’esito, il video crea una coreografia ritmica scandita dal suono di un metronomo analogico, l’unico oggetto materico dell’installazione.

Prodotto da Alain Leporati King Manichini / finalista del premio Evanescence, Milano, IT.

Veduta dell’installazione, Bottega Immagine, Milano, IT.